In questi giorni oltre a scegliere le foto per la seconda puntata dell’evento Facefood svoltosi a Matera ho anche cercato di dare una nuova veste più fresca al mio blog , più bella, insomma sto cercando di migliorarlo e finalmente sono risucita a mettere le foto grandi come volevo : è una grande soddisfazione (mi accontento di poco direte) ma  forse l’avete già notato …insomma spero che vi piaccia !

Ed eccomi quindi a continuare con il racconto di quanto avvenuto nella seconda parte della giornata di sabato 22 maggio (ormai più di  una settimana fa).
Devo dire che tutta l’organizzazione dell’evento è stata curata da una ragazza giovanissima e piena di vitalità Angela di Sapori dei Sassi che ringrazio pubblicamente per l’accoglienza calorosa con cui ci ha accolto nonostante il nostro ritardo e perchè ha fatto si che tutto fosse perfetto.
Dopo la visita dei Sassi di Matera la giornata si è svolta all’insegna del buon cibo lucano con qualche contaminazione pugliese.
La prima tappa  è avvenuta proprio nel negozio di Sapori dei Sassi per una degustazione dei prodotti tipici dove ho colto l’occasione per fare razzia di ceci neri tipici del luogo, della squisita salsiccia lucanica, di strascinati tipica pasta del luogo e anche 10 kg di buon pane ordinato al panificio tant’è che durante il ritorno in macchina eravamo storditi dal profumo

Il negozio di Angela è un vero amore molto curato e ben fornito.

Per chi ancora non la conoscesse…eccola alle prese con un buona bottiglia di vino: Angela di Sapore dei Sassi…… con i suoi bei boccoli

Il resto del pomeriggio si è svolto presso la bellissima azienda agricola “Colli della Murgia” con la presentazione dei vini e dei sistemi base dell’agricoltura biologica, una cantina immersa nel verde di un bosco nei pressi di Gravina di Puglia. Io non ero molto interessata a questa parte per cui non ci sono foto, aspettavo invece con trepidazione di assaporare i vari prodotti letti nel programma e che iniziassero i “Laboratori del gusto”che prevedevano:

Impasto e formatura di Orecchiette,  Strascinate, Cavatelli fatte da vere donne materane

Formature delle mozzarelle con il Mastro Casaro che  ha veramente rapito la nostra attenzione con la sua spiegazione

Ed ecco cosa infine abbiamo mangiato :
Uno splendida forma di Pane di Matera da 5 kg troneggiava sulla tavola

Lampascioni sott’olio (ovvero piccole cipolline selvatiche tipiche di queste zone)

Angela alle prese con una salsiccia lucanica….

Questa salsiccia lucanica è una vera tentazione…ma quant’è buona!!!

per concludere il Dolcemandorla ..in version mignon …un tipico dolce pugliese preparato con farina di mandorle, uova, zucchero, miele, scorze di arancia e limone, ricoperto di cioccolato bianco e scaglie di mandorla: mamma mia che buono!!! io non lo conoscevo ho fatto quasi indigestione di questi mignon una tirava l’altro

Ecco chi altro c’era oltre me :

Tinuccia di Mollica di pane: un’esplosione di simpatia…  e Paoletta di Anice e Cannella.: un vulcano di energie e di idee

Il giorno seguente il mio weekend è proseguito alla scoperta della Val d’Agri dove ero ospite a casa di amici

Guardate che bella questa veduta della Val d’Agri che si vede da Grumento Nova…con i giacimenti di petrolio , gli unici in Italia …

Se capitate da queste parti, immerso nel verde vicino agli scavi archeologici di Grumentum c’è 


l’Agriturismo ParcoVerde dove abbiamo mangiato dei piatti deliziosi tra cui 


Cavatelli lunghi con scaglie di rafano e mollica di pane 


Crostata di ricotta e cioccolato accompagnata da vino medievale a base di Cabernet Sauvignon , zucchero, miele, cannella, zenzero galanga secca e pepe nero (chiamato “Polvere di Ippocrasso”)…lo vedete in quella deliziosa tazzina

Che dire: assolutamente da ripetere!!!!

Ho avuto modo di visitare una delle città più affascinanti che abbia mai visto e di sentirmi per un giorno catapultata indietro nel tempo, di conoscere una regione, la Basilicata,  ancora tutta da scoprire e poco valorizzata a mio dire ma anche a quello dei lucani…anche se dopo aver visto Basilicata coast to coast ormai conoscevo i nomi di quasi tutti i paesi incontrati strada facendo da Grumento Nova nel cuore della Val d’Agri, (una città da vedere per i suoi scavi romani Grumentum ) , fino a Matera.
Ho avuto modo di conoscere  persone veramente simpatiche di cui conoscevo solo il nome: tra cui l’organizzatrice Angela di Sapori dei Sassi, Tinuccia di Mollica di pane e Paola di Anice e Cannella.
Terzo: ho mangiato all’infinito i prodotti lucani e mi sono riportata a casa ben 10 kg di pane di Matera diffondendo in macchina un profumo di forno, salsiccia luganica, taralli, canestrato di Moliterno, trascinati , orecchiette, ceci neri…..che foodblogger sarei stata se tornavo a mani vuote?????ma soprattutto (squilli di tromba!!!) anch’io ora ho il lievito madre!!!!!!!ci dovevo andare fino a Matera…

2 Comments on FACEFOOD 2010 MATERA – Laboratori del gusto (Parte 2°)

  1. Claudia
    3 giugno 2010 at 9:55 (7 anni ago)

    ma dai che non è vero!!!! quella in negozio che stappi il vino mica è male????Grazie ancora per la splendida giornata

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *