Mercoledì della scorsa settimana a Roma è successo un evento straordinario: è stato eletto il nuovo papa, Francesco, si lo so che lo sapete e non voglio stare qui a dirvi che penso che un papa così è proprio quello di cui avevamo bisogno, quello che volevo dirvi è che mentre mezzo mondo era incollato al televisore di casa ad aspettare il suo discorso e l’altro mezzo era in Piazza S. Pietro io invece ero al Ristorante Vivendo nell’elegantissimo Hotel ST. Regis a Roma. Ad un certo punto bellissimo eravamo tutti ipnotizzati davanti allo schermo dell’Hotel per ascoltare le prime parole di sua santità!!! 

Il post di oggi non è sul nuovo papa ma sul 1° appuntamento di un nuovo programma culinario che vuole segnare un percorso di scoperta attraverso aziende gioiello della viticultura italiana. Saranno degli appuntamenti in cui la cantina incontrerà la cucina. 
Ma come?
Alcune tra le più importanti cantine italiane presenteranno i loro chef che attraverso la cucina riescono ad esprimere al meglio il rapporto con il territorio dove quei vini nascono.

Il primo appuntamento ha visto protagonista la famosa azienda vinicola campana “Feudi Di San Gregoriouno dei marchi simbolo del rinascimento enologico del sud Italia, impegnata a valorizzare i vitigni tipici del Meridione come l’Aglianico, il Fiano di Avellino e il Greco di Tufo.  

Lo chef  stellato Paolo Barrale ci ha deliziato con una cena strepitosa. 
Ecco il menù:

Tonnetto marinato e carpaccio di tartufo nero




Tortello di ricotta e bufala su crema di parmigiana


Guancia di manzo brasata all’Aglianico, carote e liquirizia: questo è stato il piatto più osannato anche da me che non amo la carne, ma questa guancia cotta per 4 ore nell’Aglianico era di una morbidezza che si tagliava con la forchetta …


Sfoglia di mela annurca yogurt di bufala e rose anche il dolce ha chiuso la cena in modo delicato e profumato …grazie all’infuso di rose

Il tutto accompagnato dai vini Feudi di San Gregorio:

Serrocielo 2011 Falanghina del Sannio DOC
Campanaro 2011 Irpinia bianco DOC
Piano di Montevergine 2007 Taurasi riserva DOC
Privilegio 2011 Irpinia Fiano Passito DOC




chissà quale sarà il prossimo territorio e quale cantina conosceremo se siete curiosi anche voi …stay tuned!!!!

2 Comments on Winery with a Kitchen: la cantina incontra la cucina

  1. Dolci a gogo
    21 marzo 2013 at 8:21 (5 anni ago)

    Wow evento meraviglioso e menù davvero spettacolare tesoro!!Un bacione,Imma

    Rispondi
  2. Julia
    22 marzo 2013 at 12:41 (5 anni ago)

    Ciao claudia! che evento…che piatti ;))wow! baci

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *