Buongiorno amici foodies!!!
Vi state preparando per le vacanze?? Io quest’anno probabilmente resterò a Roma per via del trasloco, questa è la settimana decisiva iniziano i ritocchi e poi da domenica iniziamo a portare i pacchi e finalmente il 1 agosto inizierà il trasloco vero di tutti i mobili. Ma ora non ci voglio pensare altrimenti mi viene l’ansia con questo caldo poi!!
Credetemi, non ho mai fatto e assaggiato un pesto più buono di questo!
Mi sono leccata, con le dita, tutte le cose dove  era rimasta traccia di questa cremina deliziosa lo so che non è una cosa bella da fare ma è troppo buono!!!
Quando la qualità degli ingredienti è alta il risultato del gusto è eccellente ecco perchè è importante scegliere sempre prodotti di qualità che non vuol dire quelli pubblicizzati in televisione ma riscoprire piccole realtà che ancora lavorano secondo tradizione. Nel caso del pesto l’ingrediente fondamentale è un ottimo olio evo. 
Io ho utilizzato uno delle eccellenze del Made in Italy l’olio extravergine Intini scoperto da poco, grazie ad una richiesta di collaborazione. Non collaboro con tutti quelli che me lo chiedono ma solo con produttori che ritengo valide espressioni di antiche tradizioni.
Il Frantoio Intini nasce nel 1928 ad Alberobello nella Murgia Barese. Le olive per la produzione degli oli extravergini Intini provengono interamente dalla zona di Alberobello e Valle d’Itria. le varietà utilizzate sono: Olivastra, Cima di Mola, Picholine, Coratina e Leccino. Le olive sono tutte raccolte a mano, trasportate in casse e trasformate rigorosamente entro le 24 ore. Questo è un passaggio molto importante sul risultato finale della qualità dell’olio.
Il terreno calcareo – argilloso e un’escursione termica tipica del paesaggio collinare conferiscono a questi oli un’acidità molto bassa e una importante carica fenolica.
Molti i riconoscimenti ottenuti dall‘Olio Intini dal 2005 ad oggi. nel 2011 è stato inserito anche nella Guida agli Extravergini Slow Food e nella Guida Oli d’Italia del Gambero Rosso.
Per questo pesto ho scelto l’olio extravergine della varietà Olivastra: una varietà autoctona che circoscrive l’area murgiana dei comuni di Alberobello. 
 Questa varietà si presenta dal gusto amaro con sensazioni piccanti e riconoscibile in maturazione dal colore rosso, caratteristica questa che le fa valere l’appellativo di “oliva rossa”!
Ecco come si presenta.
All’olfatto: rilascia immediatamente sensazioni di mela verde, erba falciata e mallo di mandorla
Al palato: al primo impatto risulta piccante, poi invece lascia spazio a tonalità di amaro riconducibili al mallo di mandorla riportando lentamente ad una giusta piacevolezza gustativa. 
Anche il design scelto per la bottiglia e l’etichetta mi piace molto essenziale ma elegante.
Penso che nei prossimi giorni ne farò una quantità abbondante da conservare per l’inverno e magari regalare a Natale!!
Con queste dosi ci abbiamo mangiato due volte: la prima volta ci ho condito degli spaghetti di Gragnano, mentre la seconda ho scelto una pasta della stessa regione di questo olio, le orecchiette!! Comunque qualunque pasta voi scegliate il risultato sarà sempre ottimo.
Questo pesto è ottimo anche per spalmarlo sulle bruschette, a mò di patè!!!

PESTO DI MELANZANE con BASILICO GRECO e OLIO INTINI OLIVASTRA

1 grossa melanzana bianca (io la preferisco a quelle nere per farle grigliate)
1 spicchio di aglio
triplo concentrato di pomodoro Mutti q.b.
6-7 mandorle pelate
2 rametti di basilico greco (quello del mio vaso sul balcone)
20 gr di parmigiano reggiano grattugiato
olio evo Olivastra Intini q.b.

N.B. non aggiungete sale è sufficiente quello del parmigiano reggiano

Tagliate la melanzana a fette e grigliatele sulla piastra. Mettete le melanzane grigliate nel barattolo per frullare unite il parmigiano grattugiato, il triplo concentrato di pomodoro, lo spicchio di aglio le mandorle e le foglie di basilico poi iniziate a frullare con il minipimer aggiungendo man mano l’olio necessario per ottenere una crema omogenea e cremosa come nella foto iniziale.
Poi assaggiate e regolate di conseguenza, se è necessario, aggiungendo altro olio.

19 Comments on Pesto di Melanzane, Basilico Greco e Olio Extravergine #Intini

  1. panelibrietnuvole
    23 luglio 2013 at 9:22 (4 anni ago)

    Ciao! Sembra buonissimo, mi hai fatto proprio venire voglia di assaggiarlo… Lo proverò sicuramente!

    Rispondi
    • verdecardamomo
      23 luglio 2013 at 12:38 (4 anni ago)

      lo è per davvero…non ti resta che provarlo e fammi sapere 🙂

      Rispondi
  2. Mirtillo E Lampone
    23 luglio 2013 at 9:49 (4 anni ago)

    Super voglia di melanzane oggi, sono in tutti i post che ho letto…e anche nel piatto che mi aspetta per pranzo! Un bacione!

    Rispondi
    • verdecardamomo
      23 luglio 2013 at 12:39 (4 anni ago)

      melanzanemood!!! ma dai !! del resto è un pò la regina della tavola d'estate insieme ai pomodori . Un bacione a te

      Rispondi
  3. lady
    23 luglio 2013 at 11:46 (4 anni ago)

    Davvero tutto qua? Da provare, mi hai fatto venire l'acquolina …è io non amo le melanzane!
    Ps ( posso. Usare la classica se non trovo la bianca?)

    Rispondi
    • verdecardamomo
      23 luglio 2013 at 12:40 (4 anni ago)

      esatto!!! In estate stare ore davanti ai fornelli propri non ho voglia ma non rinuncio a mangiare con gusto!! E' il momento di iniziare a provare ad amarle allora Certo che puoi sostituire quella viola o bianca con quella nera!! Un bacio 🙂

      Rispondi
    • lady
      23 luglio 2013 at 15:36 (4 anni ago)

      Grazie!!!

      Rispondi
  4. Inés De Suárez
    23 luglio 2013 at 14:41 (4 anni ago)

    Che bontà! Quel primo piatto lo mangerei volentieri adesso a merenda:D

    Rispondi
  5. Arianna Frasca
    23 luglio 2013 at 15:42 (4 anni ago)

    Fai il trasloco il giorno del mio compleanno!!! Ti porterà bene 😛
    Questo pesto di melanzane è perfetto anche per il trasloco! Te lo ruberò in vista del mio a ottobre ^^

    Rispondi
    • verdecardamomo
      24 luglio 2013 at 18:19 (4 anni ago)

      dai!!!!??? ti penserò…ma pensami anche tu!! ne ho fatto un pò di scorte!! un bacio

      Rispondi
  6. sabry
    24 luglio 2013 at 13:07 (4 anni ago)

    Mi hai fatto venire una voglia di provare!

    Rispondi
  7. Marina
    25 luglio 2013 at 12:28 (4 anni ago)

    Acquolina allo stato puro guardando la prima foto 🙂
    Lo proverò ma con le melanzane nere, qui l'orto al momento produce solo quelle! Un mega bacio

    Rispondi
  8. Rimanere in cinta
    31 luglio 2013 at 10:56 (4 anni ago)

    Ma certo che ti credo che questa ricetta è di leccarsi le ditte ,soltanto guardando le fotografie me ne rendo conto che è un piatto gustoso è molto speciale. Un abbraccio

    Rispondi
  9. Salta la Pasta
    12 agosto 2013 at 16:18 (4 anni ago)

    la ricetta di questo pesto mi sembra deliziosa. la proverò nei prossimi giorni. complimenti per il blog e per le foto. ti seguirò volentieri.
    fai un salto nel mio blog se ti fa piacere
    http://www.saltalapasta.com

    sebastiano

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *