DSC_0243Questi sono i miei maritozzi della felicità. Ormai li faccio ogni fine settimana e rappresentano la nostra colazione del weekend quando ci svegliamo tutti insieme tardi e papà fa colazione con me e panellina. Sono la versione magra di quelli con la panna…siamo in Quaresima no?

La felicità sta nei piccoli gesti. Negli occhi di mio marito che torna bambino ogni volta che affonda i denti in un maritozzo caldo appena sfornato.

Svegliarsi tardi la domenica mattina  e restare tutti e tre insieme nel lettone a giocare.

Sentire mia figlia che mi chiama “mamma”.

Svegliarsi, aprire la finestra sul giardino e vedere la vita colorata di rosa grazie al mio albero di camelia pieno zeppo di fiori rosa.

La felicita è iniziare il lunedì con un bel maritozzo con uvetta caldo ricoperto di zucchero a velo.Tutto questo per me è  la felicita… e per voi cosa rappresenta la felicità.

Vi lascio la ricetta presa dalla mitica Paoletta di Anice e Cannella, io ho apportato qualche piccola modifica e vi auguro Buon Lunedì.

image

MARITOZZI CON UVETTA

340 gr di farina (metà manitoba e metà 00)
1 uovo medio
75 gr di burro
80 gr di acqua
50 gr zucchero di canna
4 gr di sale
1 bustina di lievito disidratato (oppure 7 gr di lievito di birra fresco)
scorza di 1 arancia bio grattugiata
70 gr di uvetta sultanina
1 uovo per spennellare

Procedimento:
Sciogliere il lievito nell’acqua e aggiungere 75 gr di farina presa dal totale. Coprire con pellicola e far lievitare 1 ora.
Non appena il poolish è bello gonfio, rovesciarlo nella planetaria insieme ad un paio di cucchiai di farina, far assorbire bene.
Unire l’uovo intero, impastare col gancio K o foglia e attendere che sia assorbito. Aggiungere metà dello zucchero, poi altra farina e impastare qualche minuto. aggiungere l’altra meta dello zucchero e proseguire con la farina incordando bene l’impasto, aggiungere la buccia d’arancia e subito dopo il burro morbido, poco alla volta. Incordare molto bene.
Cambiare il gancio K o foglia con quello a uncino, far girare qualche minuto e unire l’uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida, e poi strizzata e incorporare bene.
Porre in una ciotola, coprire con pellicola e far lievitare 1 ora e 45 minuti circa, l’impasto deve più che raddoppiare. Quindi spezzare l’impasto in 9 pezzi da 75 gr l’uno, se si vogliono dei maritozzi più grandi, da 90 gr.
Mettere i maritozzi su una teglia coperta di carta forno e lasciarli lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore) ma dipende dalla temperatura e dalla grossezza dei maritozzi. Spennellare di uovo battuto e infornare a 180° per circa 20 minuti. Togliere dal forno e mettere a raffreddare su una gratella. Spolverizzare con abbondante zucchero a velo.

imageEnjoy, Claudia.

4 Comments on Maritozzi con uvetta

  1. arianna
    22 febbraio 2016 at 14:57 (1 anno ago)

    Che bella l’immagine che hai dato della tua famiglia, mi scalda il cuore!
    Buona settimana cara, e con un inizio così dolce non può far altro che migliorare!

    Rispondi
    • verdecardamomo
      22 febbraio 2016 at 16:40 (1 anno ago)

      Grazie cara. mi fa piacere aver trasmesso una sensazione di armonia e benessere …a volte mi sento in colpa per essere felice. Ma io mi entusiasmo con poco <3. Buona settimana a te

      Rispondi
  2. Elena
    23 febbraio 2016 at 16:30 (1 anno ago)

    Per un attimo mi sono sentita tra di voi, mentre facciamo colazione insieme. Ne sento quasi il profumo….
    Baci alla panellina

    Rispondi
    • verdecardamomo
      28 febbraio 2016 at 18:37 (1 anno ago)

      Elena cara, leggo solo ora il tuo commento!! Se vieni a Roma facciamo davvero colazione insieme con un maritozzo..bacioni a te da me e panellina <3

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *