Mia figlia Noemi, alias #panellina, non è una grande mangiona ma devo dire che ama tantissimo gli spaghetti e quando ho preparato questi spaghetti alla crudaiola durante il mio primo showcooking, dedicato proprio alla “Pasta Mon Amour”alla Ipercoop del Centro Commercial Casilino, qui a Roma, lei ha chiesto il bis con mio grande stupore.

A parte mia figlia questi spaghetti sono piaciuti tantissimo a tutte le persone presenti e quindi li ho riproposti a casa anche a “er mi marito” che ha apprezzato anche lui anche se non ama molto il tonno in scatola. E’ un piatto veramente salutare e frescoch sei preparar in men che non si dica e il condimento lasciato un giorno in frigo acquista ancora più sapore.

SPAGHETTI ALLA CRUDAIOLA

160 gr di spaghetti

150 gr di filetti di tonno

2 zucchine romanesche freschissime

1 piccolo peperone verde bio

1 cipolla rossa di tropea piccola

origano qb

1 cucchiaino di paprika dolce

10 pomodorini datterini

olio evo qb

1 cucchiaio di aceto balsamico di Modena

sale

Lavare le zucchine e i peperoni e tagliarli a brunoise ovvero a cubetti più o meno della stessa misura. Man mano che si tagliano le verdurine metterle in una ciotola di ceramica e condirle con origano e olio. Tagliare la cipolla a metà e poi a fette e poi a dadini.Tagliare i pomodorini in 4 parti eliminare i semi e tagliare pure questi a dadini. Unire alle altre verdure. Regolare di sale  e aggiungere l’aceto balsamico, la paprika. Unire i filetti di tonno sgocciolati e sminuzzati. Girare le verdure per amalgamarle bene tra loro.

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Versarli nella ciotola delle verdurine, aggiungere un po di olio evo e mescolare bene, Guarnire con foglioline di basilico.

Buon appetito!

 

 

2 Comments on Spaghetti alla crudaiola

  1. Annalisa
    18 luglio 2017 at 11:01 (1 mese ago)

    Carissima Claudia, io amo gli spaghetti, le crudità oltre che di pesce anche di verdura. In estate la trovo un ottima soluzione per evitare il caldo a volte sfinevole dei fuochi della cucina, qui in Sicilia è così, a Roma era diverso…aha ah ah ah
    Quindi ne prendo nota!
    Un bacetto alla piccina e buona settimana!!!

    Rispondi
  2. Franca Savà
    18 luglio 2017 at 15:58 (1 mese ago)

    Una ricetta molto adatta per la stagione calda: davvero invitante!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *